Francesco FARINA

Farina Francesco Farina Francesco
Cognome:
FARINA
Nome:
Francesco
Luogo di nascita:

Verona VR
Italia

Data di nascita:
Cittadinanza:
Stagioni:
1981 (dal 26 gennaio 1981 al 25 agosto 1981)
Fonti bibliografiche:
da Storia del Vicenza di Pino Dato
Note biografiche:

Francesco Farina (Verona, 19 novembre 1957) è un dirigente sportivo e politico italiano.

Nel 1980-81 è stato presidente del Lanerossi Vicenza, di proprietà di suo padre Giuseppe. Dal 1981 al 1984 è stato amministratore delegato del Modena, di cui poi è stato presidente dal 1984 al 1994; è il dirigente che ha guidato il Modena per maggiore tempo. Durante questo periodo il club è stato promosso due volte dalla serie C1 alla serie B (1985-1986 e 1989-1990) e retrocesso due volte dalla serie B alla C1 (1987-1988 e 1993-1994).

Nel 2010 è stato eletto sindaco del comune di Palù (in provincia di Verona), nelle file della Lega Nord , incarico che ha ricoperto fino al 2015 e poi nuovamente a partire dal settembre 2020.

Il 25 gennaio 1981 l'assemblea del Lanerossi Vicenza pone fine ad un impero. Farina Giuseppe non è più presidente. Gli subentra il figlio Francesco. Non ci saranno particolari emozioni da domare. La cosa era nell'aria da tempo. La votazione avviene in perfetta tranquillità, essendo la Vicesport, socio di maggioranza, orientata a votare Francesco Farina, che sarà votato dalla sua maggioranza e da un buon numero di schede bianche. Il buon Dario Maraschin sbotterà: "Gavemo da vedare anca questa e dopo ghemo visto tuto. Un toso de ventitrè ani presidente del Vicenza". Farina senior aveva deciso di abbandonare al destino del Vicenza e della Juventus il suo pupillo Paolo Rossi. Francesco, che sulla destinazione del giocatore aveva sempre avuto una opinione divergente da quella del padre, comincerà subito a ritessere la tela delle relazioni con la Juventus. Francesco è bravo. Doveva arrivare il figlio perchè fosse trovato l'accordo con quel diavolo di Boniperti. Nella primavera del 1981, in una conferenza stampa nello scenario collinare dell'Hotel Michelangelo ad Arcugnano, a due passi dalla casa dove Rossi aveva abitato, danno l'annuncio: "Paolo Rossi, classe 1956, è stato ceduto dal Vicenza alla Juventus per 3 miliardi e 300 milioni, pagabili in 5 rate". Il Vicenza, nel frattempo, non stanco di delusioni e colpi bassi menati al ventre della sua paziente tifoseria, retrocede in C. Francesco Farina, impressionato da alcuni risultati strani che andavano ripetendosi da qualche giornata e da alcune avventate informazioni su un presunto premio che i foggiani avrebbero ricevuto da terzi interessati per giocate duro con il Vicenza, chiude con una squalifica la sua breve avventura da presidente. L'anno successivo per consolarsi andrà al Modena.

Foto da L'Arena